domenica 10 novembre 2013

Addio al contrassegno auto!

Entro aprile 2015 addio al contrassegno sul parabrezza 


L'abolizione doveva scattare già dal 2014, ma in ogni caso tra 18 mesi, per la precisione da aprile 2015, è certo che non esisterà più.

Tutti i conducenti di veicoli a motore su strada, compresi quindi quelli a due ruote, non dovranno più esibirlo sul parabrezza e il controllo del pagamento del premio avverrà con la lettura delle targhe, attraverso l'archivio integrato della Motorizzazione Civile che, oltre ai dati dei veicoli, ha anche l'informazione sulle polizze di assicurazione.

Non ci sarà nessun microchip da applicare sul veicolo, ma verrà semplicemente creato un database polizze legato alle targhe.

giovedì 31 ottobre 2013

Prezzi RC auto in discesa?

Nel seguito riportiamo il comunicato IVASS sull'andamento dei premi RC Auto. Non cambia molto nel
trend in atto che vede un mercato in discesa per chi sa scegliere. La crisi ha comportato infatti una netta diminuzione dei sinistri e quindi è inevitabile che diminuiscano i costi per gli assicuratori e quindi i prezzi delle polizze per gli assicurati.

Sarà importante altresì vedere come reagirà il mercato alla fusione FonSai che diventa operatore nettamente dominante nel settore e se vi saranno importanti novità regolamentari.

Comunicato IVASS 31 ottobre

È online sul sito internet dell’IVASS (www.ivass.it) la nuova edizione dell'indagine sulle tariffe r.c.vauto praticate in Italia, avviata lo scorso anno successivamente all’entrata in vigore della sentenza della Corte di Giustizia dell’U.E. in materia di parità di trattamento tra uomo e donna nell’accesso ai servizi assicurativi. L‘indagine, che riguarda tutte le imprese sottoposte alla vigilanza dell’Istituto, rileva trimestralmente i prezzi praticati in 21 province per 11 tipologie standard di assicurati, sia automobilisti sia motociclisti, di entrambi i generi.

mercoledì 30 ottobre 2013

Come funziona la legge Bersani

Cosa prevede in sintesi?

La legge n. 40 del 2/4/2007 art. 5, meglio conosciuta come Legge Bersani, permette di usufruire della stessa classe di merito Bonus Malus di un altro veicolo. Il veicolo da cui si eredita la classe di merito deve essere in  possesso di chi stipula la polizza o di un familiare convivente che abbia una polizza in vigore, per assicurare per la  prima volta un secondo veicolo.

Quali sono le condizioni per usufruire della Legge Bersani?